Siracusa e le necropoli rupestri di Pantalica – Patrimonio UNESCO


Siracusa, nella Sicilia sud-orientale, è stata una città di grande importanza nella storia della civiltà mediterranea. Fondata nell’VIII secolo a.C. da coloni greci sulla piccola isola di Ortigia,  fu definita da Cicerone “la più grande e la più bella città greca”. Del sito patrimonio mondiale fa parte anche la necropoli rupestre di Pantalica, che contiene oltre 5000 tombe scavate nella roccia e risalenti al periodo tra il XIII e l’VIII secolo a.C.,  si è ipotizzato che Pantalica appunto fosse uno stato indigeno espressione della civiltà sicula precedente alla colonizzazione greca. Oltre che per gli antichissimi resti archeologici, vale una visita anche per la sua natura incontaminata. Tutta la zona rientra infatti nella riserva naturale Valle dell’Anapo e consente, agli amanti del trekking, lunghe camminate su vari sentieri di diversa difficoltà. É stata introdotta nella lista dei patrimoni mondiali nel 2005.

 

Immagine correlata