Le città tardo barocche della Val di Noto – Patrimonio UNESCO


Durante la dominazione araba Noto aveva funzione di ‘capovallo’, cioè di centro amministrativo di riferimento, da cui Val di Noto. Le otto città che fanno parte del sito sono Caltagirone, Militello, Catania, Modica, Noto, Palazzolo, Ragusa e Scicli, e si trovano nel sud est della Sicilia. Tutte furono ricostruite dopo il terribile terremoto del 1693, che rase letteralmente al suolo interi centri abitati, devastando completamente la memoria urbanistica della zona. Il volto attuale di quest’area dell’Isola è dunque il risultato di una ricostruzione di città pensate come opere d’arte, capolavori dell’architettura tardo barocca del 17° secolo. Gli eleganti palazzi, le chiese dai preziosi interni e dalle stupefacenti facciate, rendono questa zona della Sicilia un eccezionale esempio di influenza architettonica sul territorio e rappresentano una delle massime espressioni al mondo del Tardo Barocco:perdersi tra le vie e cunicoli di queste città, è il modo più semplice per rievocare la storia e un passato glorioso. Esse, vengono elencate in lista World Heritage a partire dal 2005.

Immagine correlata